Rete nella Memoria

Condividere e pensare

Per Romanelli Laura

Storie interrotte

ROMANELLI LAURA, nata a Roma il 31.7.1921, figlia di Angelo e Sonnino Margherita. Ultima residenza nota Roma, arrestata a ROMA IL 16.10.1943 dai tedeschi, Detenuta a ROMA al collegio militare, Deportata il 18.10.1943 ad AUSCHWITZ. Uccisa all’arrivo ad Auschwitz il 23.10.1943

Cara Laura,

tutti noi studiamo la vostra storia da anni, leggiamo documenti, guardiamo foto, film…ma quando sei lì, sotto il cielo di Auschwitz, davanti al cancello, sotto la scritta di ferro che recita beffardamente “arbeit macht frei”, il cuore sobbalza e non puoi fare a meno di provare un senso di angoscia e disorientamento; tocchi con mano l’orrore, il disprezzo per la vita, la cupa ferocia dell’uomo sull’uomo e ti confronti con l’annullamento dell’essere umano. 

 Avresti mai immaginato che un dono così prezioso, la vita, ti sarebbe stato tolto perché di “razza diversa” ? 

Mia cara Laura, tengo a dirti che essere stata te per un giorno si è rivelata  un’ esperienza che mi ha fatto crescere e capire tante cose, un’esperienza che porterò sempre nel mio cuore, come porterò sempre  te nel mio cuore!

Selenia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.