Rete nella Memoria

Condividere e pensare

Caro Amedeo

Storie interrotte

FIANO AMEDEO, nato a Roma il 29.03.1907, figlio di Giuseppe e Di Segni Elvira. Ultima residenza nota Roma, arrestato a ROMA il 16.10.1943 dai tedeschi, Detenuto a ROMA al collegio militare, Deportato il 18.10.1943 ad AUSCHWITZ. Matr. 158577

Deceduto ad Auschwitz il 26.10.1943

Caro Amedeo,

ti scrivo perché ho ripercorso con il tuo nome i luoghi dove tu e tanti altri avete patito la fame, il freddo e tant’altro, vittime della follia umana.

Mi sono chiesta perché proprio tu sia stato assegnato a me; mi sono soffermata su questo interrogativo durante il percorso da Cracovia al campo e poi, ripercorrendo i luoghi della memoria, ho avvertito un brivido di dolore, di sofferenza ed ho compreso che non è stato un caso. Ho ripensato alla mia vita di adolescente, che non si accontenta mai, che vuole sempre di più, costantemente insoddisfatta…Ho, poi, pensato alla tua vita, pregna di sofferenza e di dolore.

Per questo ti chiedo scusa e porterò sempre nel mio cuore il tuo ricordo.

Marianna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.